Yes, you can!

Ad Austin Lewis Hamilton conquista la settantaduesima pole position della carriera. Ma Sebastian Vettel, che scatterà dalla seconda piazza, non ha alcuna intenzione di mollare la presa. I due rivali sono pronti ad offrirci un altro duello da sogno?

Se le premesse sono effettivamente queste, ci divertiremo. Ad Austin (Texas) tra stivali, speroni e bizzarri cappelli, è andato in scena un autentico spettacolo. Tante le emozioni regalate dalla qualifica statunitense, la diciassettesima di questa stagione, tanto intensa quanto entusiasmante: Lewis Hamilton ha conquistato la settantaduesima pole position della carriera. Strabiliante il giro dell’inglese (nuovo record della pista: 1:33.108) della Mercedes, che si conferma una volta di più padrone del sabato: Lewis sta attraversando uno straordinario periodo di forma e vuole chiudere il prima possibile il discorso mondiale, ma c’è qualcuno che non ha alcuna intenzione di rinunciare al proprio sogno iridato e quel qualcuno è ovviamente Sebastian Vettel, che questa sera scatterà al fianco del rivale.

hamilton-and-vettel

Il quattro volte campione del mondo è andato davvero vicinissimo all’impresa in Q3: sono infatti solamente  duecentotrentanove i millesimi che hanno separato la sua SF70-H dalla ben più attrezzata W08 del suo principale competitor. Sebastian è un lottatore mai domo, ed è pronto a dare battaglia anche in gara. L’obiettivo minimo? Rimandare a data da destinarsi i festeggiamenti iridati dell’inglese, ormai prossimo ad eguagliarlo per quanto riguarda i titoli mondiali vinti. Il tedesco della Ferrari ha un unico modo per riaprire i giochi ed aggrapparsi così alle poche speranze rimaste: vincere. Siamo certi che farà il possibile per riuscirci. Dalla terza casella scatterà Valtteri Bottas (che ha pagato un distacco dal compagno di squadra di quasi mezzo secondo), seguito da Daniel Ricciardo (Red Bull), Kimi Raikkonen e Max Verstappen (Red Bull). Quest’ultimo, a causa della sostituzione della Power Unit e di altri componenti elettronici del sistema MGU-H, partirà dall’ultima posizione. Grande prova anche per Esteban Ocon (Force India), Carlos Sainz (il quale alla sua prima qualifica in Renault ha dimostrato di essere davvero un gran manico) e Fernando Alonso (McLaren), che hanno ottenuto rispettivamente settimo, ottavo e nono tempo. I punti tuttavia si fanno la domenica, ed ognuno, dal primo all’ultimo, è chiamato a riconfermarsi. Hanno tutte le carte per poterlo fare. Yes, you can!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...