Vai al contenuto

Grazie a tutti, è stato un mondiale bellissimo

Ad Abu Dhabi Valtteri Bottas converte in vittoria la pole position conquistata ieri. Sul podio anche Lewis Hamilton e Sebastian Vettel , protagonisti assoluti di un campionato chiusosi forse troppo presto.

Sull’affascinante palcoscenico di Abu Dhabi è andato in scena l’ultimo atto del campionato 2017. Protagonista assoluto, sotto migliaia di riflettori, è stato Valtteri Bottas, che dopo aver conquistato nella giornata di ieri la quarta pole position della stagione ha chiuso nel migliore dei modi un week-end in cui si è dimostrato all’altezza delle aspettative, tagliando il traguardo in prima posizione. Dietro di lui ben otto titoli iridati: in seconda posizione Lewis Hamilton, in terza Sebastian Vettel. Sì, proprio loro, i primattori di questo splendido mondiale, finalmente di un’altra categoria rispetto ai precedenti più recenti. Una lotta che li ha coinvolti dalla prima all’ultima gara, e che se non fosse stato per il tragico (sportivamente parlando) trittico asiatico, sarebbe stata decisiva per le sorti iridate fino all’ultima gara. Ma nello sport, così come nella vita, con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Lewis Hamilton ha meritato, usufruendo certamente di una Mercedes W08 stellare, ma dimostrando oltre alla solita (e solida) velocità anche costanza e sangue freddo nei momenti di difficoltà. Sebastian Vettel ha il merito di averci provato fino all’ultimo, ma ha dovuto arrendersi a causa di qualche piccolo errore e per qualche problema di troppo legato all’affidabilità.

lll

Tuttavia il bilancio è più che positivo per il tedesco della Ferrari, se si pensa alla stagione precedente: quest’anno sono arrivate ben cinque pole position e cinque vittorie. Non abbastanza però per competere ad armi pari con il martello britannico, che in questo 2017 si è dimostrato praticamente infallibile. Ciò che è certo è che le premesse per un 2018 ancora più combattuto ci sono: i due lavoreranno duramente quest’inverno non solo sul proprio fisico, ma anche sulla propria testa, e con ogni probabilità si giocheranno il quinto titolo il prossimo anno. Molto dipenderà comunque dalla competitività delle proprie monoposto e dalle circostanze varie ed eventuali: ad esempio, gli aghi della bilancia potrebbero essere i due piloti della Red Bull, che in cuor loro sperano comunque di giocarsi le loro carte iridate. Il circus della F1 va dunque ufficialmente in letargo per due mesi, con un nuovo logo e con tanti interrogativi, halo in primis. Eppure l’attesa è tanta, forse ancor più che nel passato.

La classifica del GP di Abu Dhabi:
1) Valtteri Bottas
2) Lewis Hamilton
3) Sebastian Vettel
4) Kimi Raikkonen
5) Max Verstappen
6) Nico Hulkenberg
7) Sergio Perez
8) Esteban Ocon
9) Fernando Alonso
10) Felipe Massa
11) Romain Grosjean
12) Stoffel Vandoorne
13) Kevin Magnussen
14) Pascal Wehrlein
15) Brendon Hartley
16) Pierre Gasly
17) Marcus Ericsson
18) Lance Stroll
19) Carlos Sainz (DNF)
20) Daniel Ricciardo (DNF)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: