Pagelle di fine stagione: McLaren e piloti

Prosegue il viaggio cosiddetto “pagellistico” di Andrea Matteotti, che dopo aver giudicato in ordine di classifica Williams, Toro Rosso, Alfa Romeo Sauber e Racing Point Force India, si concentra oggi sulla McLaren, che ha chiuso sesta nei costruttori. A rapporto chiamati anche Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne.

Come già è stato detto, il team McLaren si è piazzato al sesto posto nella classifica dei costruttori è. Andiamo quindi ad analizzare il comportamento della scuderia di Woking nell’ormai superato 2018 (tra l’altro, ancora buon anno a tutti).

McLaren, voto 4.5:

Il mezzo voto è per la posizione nel costruttori comunque dignitosa, quasi un miracolo, per il resto è stata una stagione davvero disastrosa. Certo, meglio delle catastrofi firmate 2015 e 2017, ma dopo il cambio di PU e il quinto posto di Fernando a Melbourne ci si poteva (e si doveva) aspettare di più. Quest’anno abbiamo capito che il problema della McLaren non derivava dalla Power Unit Honda. A Woking devono avere il coraggio di stravolgere il progetto. Non sarà facile, ma le risorse, tecniche ed economiche, ci sono.

Fernando Alonso, voto 8

Monaco Grand Prix, Monte Carlo 23 - 27 May 2018

 

Straordinario. In pista sempre con il coltello tra i denti a sputare sangue per portare la sua macchina in zona punti. Un leone, un leone ferito che ha arrancato per quattro anni prima di dire addio (o forse arrivederci). La McLaren perde un grandissimo pilota, forse tra i tre migliori post Schumacher (ancora buon compleanno Michael). LOTTATORE.

Stoffel Vandoorne, voto 3.5:

stoffel-vandoorne

Volevo optare per un 4, ma ho deciso di essere più severo. Una chicane mobile. Si parlava tanto bene di lui dopo i successi in GP2: in F1, però, il nulla cosmico. Certo, non è stato fortunatissimo, però ci ha fatto rimpiangere quasi Jolyon Palmer. E questo è davvero grave. Una cosa è certa: non mancherà per niente alla F1. DISASTROSO.

Quali aspettative per il futuro in casa McLaren?

f1-carlos-sainz-mclaren-test-abu-dhabi-2018-1200x800

Non è facile da dire. Hanno perso un fuoriclasse immenso. Arriveranno uno spagnolo ormai affermato (Carlos Sainz) e un inglese di belle speranze (Lando Norris). Sembra di tornare al 2007, con le dovute proporzioni. Certo è che se a Woking stravolgono il progetto e danno ai loro piloti una buona macchina, niente è scontato. Carlos Sainz a volte è riuscito a rivelarsi un cliente scomodo per il suo ex compagno di squadra Nico Hulkenberg, e Lando Norris ha ben figurato nelle sue precedenti esperienze e nei test. Sarà davvero interessante e piacevole vederli all’opera su una monoposto (si spera) competitiva.

– Andrea Matteotti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...