Vai al contenuto

Day two: Charles domina la scena

La Ferrari in questa seconda giornata di test invernali si è confermata ancora una volta al top. E soprattutto, lo ha fatto senza spingere. Grandissimo lavoro di Charles Leclerc. Buona la prima per il monegasco! Stupisce nuovamente McLaren. Bene Haas e Alfa Romeo Racing. Mercedes stakanovista di giornata: le frecce d’argento si sono probabilmente (se non sicuramente) nascoste oltremodo, ma ciò non deve e non può comunque lasciare troppo tranquilli gli uomini capitanati da Toto Wolff. Anche perchè qualche problemino (legato al bilanciamento e alla temperatura degli pneumatici) forse c’è. E la Williams che fa? Lasciamo perdere… La sintesi di questo day two del direttore Alessandro Morini Gallarati. 

Questi test invernali si stanno lentamente colorando di rosso. Più che mai. Mai come quest’anno la Scuderia Ferrari si è presa la scena, collezionando le migliori prestazioni e quasi trecentotrenta giri complessivi. Charles Leclerc ha tanta fame: per lui miglior tempo (1:18.247) e ben centocinquantaquattro (154) giri. A pochi millesimi dal tempo di Vettel dunque. Tra i due si può già parlare di sfida a distanza? No. Perchè nessuno dei due ha spinto. Come ha confermato ai microfoni di Sky Sport F1 Leo Turrini, che ha avuto modo ieri sera di scambiare quattro chiacchiere con Mattia Binotto. Insomma, abbiamo tanti motivi per credergli. La SF90 si comporta egregiamente su pista senza il minimo inconveniente tecnico. Vettel era entusiasta ieri, e ne aveva ben donde.

vv

Non si può dire lo stesso di Mercedes. Premessa: sono e rimarranno almeno fino alle qualifiche australiane i favoriti. Ma qualche problemino forse c’è: la W10 (che complessivamente ha percorso oggi più di centosessanta tornate) sembra aver nuovamente a che fare con i problemi di temperatura degli pneumatici, che comportano un’instabilità del posteriore che scoda spesso e volentieri in uscita. Nascosti insomma, ma alle prese con qualche difficoltà probabilmente inaspettata: ma hanno tutto il tempo necessario e le risorse (economiche ed umane) per risolvere queste piccole grane. Chi non sembra avere il minimo problema e vola sulle ali dell’entusiasmo è la McLaren! Secondo ieri Carlos Sainz, secondo oggi Lando Norris (1:18.553). Il talentuoso rookie ha collezionato oggi ben centoquattro (104) giri. Un buon esordio, senza ombra di dubbio.

bbbo

Bene anche Kevin Magnussen, terzo su Haas (1:19.206), Alexander Albon, quarto su Toro Rosso (1:19.301), Antonio Giovinazzi, quinto su Alfa Romeo Racing (1:19.312). Tre motorizzati Ferrari nei primi cinque e soprattutto nessun motorizzato Mercedes. Valtteri Bottas è quinto a un secondo e tre da Leclerc, Hamilton addirittura decimo! Ma a loro piace giocare con il cronometro: ormai li conosciamo. Anche se come già detto, qualche problema con le gomme e con il bilanciamento c’è.

XPB_973767_HiRes

Red Bull Racing? Un’incognita che sembra però avere un buon potenziale. Non sfruttato di certo a pieno da Pierre Gasly, a muro nel pomeriggio.  Domani la terza giornata:  ancora assente la Williams Racing. Quando finirà questo tragico incubo, considerando la storia e il passato della scuderia di Grove? Speriamo presto. Domani terza giornata di test: come sempre, tutto quel che c’è da sapere, lo trovate qui su Hammer Time e sui nostri canali social.

– Alessandro Morini Gallarati (fondatore e caporedattore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: