Storie di GP: Australia 1994

Venticinque anni fa (allora il GP Australia chiudeva la stagione) ad Adelaide, Michael Schumacher si laureava per la prima volta campione del mondo e Nigel Mansell vinceva la sua ultima corsa. Un 1994 che resterà (nel bene e nel male) nella storia di questo sport. Il racconto del nostro Rolando Alvaro.

Il mondiale che va a concludersi ad Adelaide è stato di gran lunga uno dei più traumatici: visse il culmine della sua drammaticità in quel maledetto 1 Maggio, giorno in cui Ayrton Senna passò a miglior vita. Ad Adelaide a contendersi il titolo ci sono Michael Schumacher su Benetton, l’erede designato di Senna, e Damon Hill su Williams, che ha deciso di affiancare Mansell al figlio di Graham in alcuni gran premi. Mansell, figliol prodigo che venne allontanato a fine 1992. Su un tracciato che, grazie ai suoi rettilinei, si adattava meglio alla Williams con il suo potente V10 Renault, Schumacher, non può che prendere atto dell’inferiorità del suo mezzo, dotato di un V8 Ford abbastanza datato,. Michael inizia il week end con grinta conscio che posizionarsi in prima fila poteva rivelarsi l’unica strategia possibile per potersi fregiare del titolo di Campione del Mondo. Tutto va secondo i piani del tedesco fino a pochi minuti dalla fine delle qualifiche, quando entra in scena Mansell: il britannico, in difficoltà sul cittadino di Adelaide (forse non riesce a scacciare i ricordi del 1986, quando per una foratura perse il titolo che aveva quasi in tasca) riesce a sconfiggere gli spettri del passato e conquista la sua trentaduesima pole position in carriera! Schumacher, tenta il tutto per tutto per riprendersi la posizione ma, andando oltre il limite della sua Benetton, finisce le sue prove contro il muro vicino alla prima chicane. Al via Schumacher ed Hill saltano il leone inglese, lanciandosi in un duello suddiviso in settori, nella parte mista Schumacher guadagna su Hill, che però grazie ai 10 km/h in più del suo V10 recupera nei rettilinei sul tedesco. 

HwpYG

Neanche dopo i pit stop riescono a variare la situazione in pista, anzi i due si ritrovano vicini, ma non vicinissimi, solo un episodio può cambiare la classifica. E infatti, Frentzen resiste al doppiaggio del tedesco facendolo sbandare vistosamente. Schumacher decide che è il momento di andare oltre la propria macchina ma esagera, infatti arriva lungo sul cordolo rimbalzando contro il muro e rientrando in pista con la macchina mutilata proprio mentre arriva Hill che infila il tedesco per andarsi a prendere quello che gli spetta e che spetterebbe a Senna: il titolo mondiale.  Nello spazio di pochi metri e pochi decimi i due duellanti vengono a contatto mettendo il tedesco fuori gioco e Hill poco dopo, nonostante avesse tentato di proseguire seppur una sospensione rotta non dava nessuna speranza all’inglese di fregiarsi del titolo. Mentre i due di testa si auto eliminavano, sale Mansell al primo posto, ma Berger con la Ferrari attaccato agli scarichi, è pronto a sopravanzarlo. L’austriaco effettua un veloce pit, tanto che esce in testa di un niente davanti al leone che comincia a puntare la Ferrari ad ogni curva. Mansell vuole la vittoria, vuole rifarsi e scacciare gli spettri del 1986, ma ha davanti la sua odiata Ferrari (che lo ha ripudiato per Prost) che grazie al suo V12 riesce a stargli davanti quel poco che basta a non farsi superare.

maa

Ma il destino ha optato per un altro finale: Berger, come ad Estoril nel 1987, sembra patire la sagoma della Williams, ritarda la frenata di poco, quel poco che basta per dare strada libera al leone inglese. Mansell si lancia dunque verso la vittoria. La trentunesima. L’ultima di una straordinaria carriera. 

– Rolando Alvaro (redattore)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...